Benvenuta su Pink Mojito magazine!

Che fine ha fatto lo spirito del Natale?

Spirito del Natale

Lo spirito del Natale è tra noi, ma non lo vedi

 

Natale è vicino, vicinissimo, sembra già di sentire il caro vecchio Babbo che grida “Oh, oh, oh” per le strade.

Questo è un periodo speciale, pieno di emozioni e ricco di una magia che non si riduce al 25 dicembre. Inizia molto prima e ci accompagna tra luci, cene, addobbi…

La magia, sì. Il Natale è magia, con o senza bambini per casa. Perché a Natale torniamo un po’ bambine anche noi, no? Mentre prepariamo l’albero, apriamo una casellina del calendario dell’Avvento e scartiamo con curiosità i regali… chissà se troverò quello che speravo.

Ultimamente, però, mi sembra che lo spirito del Natale si sia un po’ perso. Gli alberi vengono addobbati sempre prima, ma solo per pubblicarli in anticipo rispetto agli altri su Instagram. Le cene si fanno sempre più sfarzose, ma solo per dimostrare che riusciamo a fare tutto e anche di più. I regali sono sempre più importanti, luccicanti, firmati, preziosi… e impersonali.

Più che magia, tra poco comincerà a sentirsi un leggero stato di ansia, che pian piano si farà sempre più pesante. Quell’ansia che a tante fa mal sopportare uno dei periodi più belli dell’anno, il Natale appunto. La corsa folle alla ricerca del regalo più figo, che meriterà uno scatto e una condivisione da parte di chi l’ha ricevuto. La scelta dell’addobbo più trendy, perché guai a rimettere gli addobbi dell’anno scorso! L’organizzazione dell’agenda, che deve essere piena di eventi e party a cui partecipare, ovviamente indossando ogni volta un abito diverso ma sempre dall’effetto wow.

In tutto questo trambusto fatto solo di apparenza, che fine ha fatto lo spirito del Natale?

Mi sa che l’abbiamo dimenticato in cantina in qualche scatola tra le palline dello scorso anno. Non è del tutto perso ma è lì, a prender polvere, abbandonato. Forse non va più di moda.

Perchè non proviamo ad aprire quella scatola e recuperare un po’ dello spirito che dovrebbe avvolgere queste feste? Perchè non proviamo a guardare questo periodo con gli occhi meravigliati dei bambini?

Scopriremmo che la magia del Natale è quella che riempie il cuore, non i nostri feed social.

Che il regalo più bello non è quello per cui hai speso metà tredicesima solo per il gusto di “far vedere”, ma è quello che hai visto lì, in quel negozio così particolare e ti ha subito fatto pensare “oh, questo è perfetto per lui”.

Che l’agenda piena è bella sì, ma è ancora più bella se c’è spazio per gli amici, per la famiglia, per l’amore, perchè per una volta possiamo saltare il party pieno di gente che conta, per far felice la nonna con cui passiamo davvero troppo poco tempo e vedere brillare i suoi occhi anziché le paillettes del nostro vestito.

Che l’addobbo più bello per il nostro albero, è farlo insieme alla persona che amiamo con un sottofondo di musica natalizia, biscotti appena sfornati e tante risate. E la decorazione migliore che possiamo mettere in casa è l’amore: per la nostra famiglia, ma anche per gli amici più cari. Per le compagnie che fanno bene al cuore.

Forse dovremmo davvero tornare a guardare il Natale come fanno i bambini, incantati dalle luci, dai dolci che abbondano e dai pacchetti colorati o semplicemente incantati dalla magia.

Forse dovremmo recuperare il nostro spirito del Natale dalla scatola in cantina, riportarlo nelle nostre case e farlo brillare, preoccupandoci meno dell’apparenza e del superfluo e più delle persone che abbiamo accanto.

Ti auguro un Natale scintillante e pieno di magia!

Chiara, 30 e qualcosa anni, milanese, mamma di una piccola ribelle. Impiegata per dovere, creativa per passione, blogger per piacere. Amante della buona cucina, da fare e da mangiare. Portatrice sana di glitter, non solo a Natale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: