Benvenuta su Pink Mojito magazine!

La colazione, rituale di benessere

colazione da Jana

Il rito della colazione e il tempo per se stesse

 

Che la colazione sia uno dei pasti più importanti della giornata, è ormai risaputo.

A livello fisico, infatti, saltare la colazione può essere deleterio. Innanzitutto perché si è portate a mangiare molto più durante gli altri pasti (ahimè, con spiacevoli conseguenze sulla forma fisica). In secondo luogo, perché affrontare una giornata di intenso studio o lavoro senza partire con i giusti nutrienti può essere davvero faticoso; non a caso, chi la mattina non fa colazione, si stanca di più ed ha difficoltà nella concentrazione.

Sicuramente quelli appena citati sono degli ottimi motivi per prestare attenzione al primo pasto quotidiano, ma a mio parere c’è dell’altro. Molto altro.

Un aspetto da non trascurare nei confronti della colazione è quello mentale. Ripeto spesso che “la colazione è uno stile di vita” e lo penso sul serio, perché dedicarsi alla colazione è innanzitutto prendersi cura di sé stesse e del proprio benessere.

La colazione dovrebbe essere considerata un rituale a tutti gli effetti, poiché ogni rituale ha bisogno di lentezza e la lentezza è alla base del benessere psicofisico.

Per questa ragione ogni mattina è fondamentale ritagliarsi del tempo per far colazione, ma soprattutto per farla come si deve. Per quanto mi riguarda, prendere un caffè al volo al bancone del bar non può che sortire l’effetto opposto e stressarci ancora prima di iniziare la nostra frenetica routine.

Ognuna di noi dovrebbe crearsi, invece, un piccola piacevolissima routine da rispettare rigorosamente ogni mattina, prima di partire con gli impegni quotidiani, perché prendersi cura di se stesse è il primo passo per stare bene. E se si sta bene, si rende meglio su ogni fronte, che sia personale, lavorativo e via dicendo.

Una buona colazione, un dolce momento tutto per noi, può notevolmente cambiarci l’umore. Inoltre, può rendere più piacevole un risveglio traumatico ed invogliarci a scendere da letto anche nelle giornate che si prospettano più buie.

Sembrerà sciocco e forse difficile da credere, ma oserei dire che la colazione è il motivo principale per cui mi alzo ogni mattina. Naturalmente mi alzerei comunque per lavorare e per altre mille ragioni, si capisce. Quello che intendo dire è che la mattina, appena aperti gli occhi, sebbene il mio corpo lanci segnali inequivocabili sul bisogno di restare a letto almeno per un’altra ora, mi alzo subito e ben volentieri perché il primo pensiero è: “Ehi, finalmente è arrivato il mio momento!”. È il momento in cui posso prendermi la libertà di pensare solo a me stessa, di sorseggiare un caffè in tutta tranquillità e, perché no, godere del silenzio (che, almeno per quanto mi riguarda, è più unico che raro durante il resto della giornata).

Non è una questione di cibo, o almeno, non è solo quello. Di sicuro un piccolo peccato di gola prima di una lunga giornata di lavoro mette sempre di buonumore. E allora, perché non concedersi un croissant o un bigné alla crema per partire bene? Non sarà la colazione a mettere a repentaglio dieta e linea, anche perché le calorie della colazione si bruciano molto più velocemente rispetto a quelle degli altri pasti.

Ognuna di noi dovrebbe trovare il tempo per fare colazione, come propria coccola quotidiana.

Posso dirti con certezza cosa NON sono: cuoca, pasticcera, critica culinaria, scrittrice, giornalista, blogger, meno che mai food blogger. È solo che la colazione è il mio passatempo preferito.

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: