Benvenuta su Pink Mojito magazine!

Regali di Natale: idee per regali fatti a mano in cucina

regali di Natale fatti a mano in cucina

Un regalo da… mangiare!

 

Il Natale sta arrivando. C’è chi lo ama e chi lo odia. Quel che è certo è che qualche regalo bisogna pur farlo!

Tra soldi che scarseggiano e poche idee su cosa comprare, ti propongo alcune piccole idee per creare da sola dei regali fatti a mano in cucina.

Il fascino dell’homemade è tornato di moda e sempre di più si sente parlare di riciclo creativo. Un regalo fatto a mano è sicuramente un regalo apprezzato. Con pochissime mosse puoi creare un regalo degno di questo nome, sfoggiando tutto l’impegno che hai messo nel realizzarlo.

In questa società sempre di fretta, il tempo manca e il Natale è sempre di più una corsa all’ultimo minuto per recuperare in qualche bancarella o in una profumeria gli ultimi pezzi di magazzino, così da non rimanere a mani vuote e avere qualcosa da consegnare a parenti e amici durante la cena di Natale.

Ecco perché è sempre bello trovare un regalo pensato, nel quale ci si è messo amore e impegno.

Io sono assolutamente a favore del regalo “commestibile”. Il mio consiglio è di preparare un prodotto fatto in casa, come conserve, pane, biscotti, marmellate o sughi.

Prodotti preparati con amore e dedizione, magari in una delle tante giornate di pioggia invernali, sicuramente saranno un regalo originale e un pensiero utile e personalizzato.

Idee per regali di Natale fatti a mano in cucina

Marmellate

In questo periodo una bella marmellata di pere può essere la soluzione perfetta.

Bastano:

  • 1 kg di pere;
  • 300 gr di zucchero (meglio se di canna);
  • 1/2 limone piccolo.

Dopo aver tagliato le pere in quattro e aver rimosso i semini, trasferiscile sul fuoco con zucchero e succo di limone. Porta a bollore e dopo circa 15/20 minuti frulla tutto con un minipimer. Questa operazione libererà gli zuccheri contenuti nella frutta, che faranno da addensante naturale. Inoltre è utile se chi dovrà riceverla non ama i pezzetti di frutta. Cucina per 40 minuti.

Per sapere se è pronta la tua marmellata, basterà fare la prova del piattino. Prendine un cucchiaino dalla pentola, mettila su un piatto e raffreddala. Inclina molto il piatto, se la marmellata scivolerà lentamente allora è pronta. A questo punto spegni il fuoco e riempi i vasetti ben lavati. Esistono vari modi per sterilizzarli (linee guida Ministero della Salute). Con la marmellata ancora bollente riempi il vasetto, stringi bene il tappo e capovolgilo. Quando avrai terminato copri tutto con una coperta, per far sì che si raffreddino lentamente. Terminata questa fase il tappo sarà rientrato creando il classico effetto sottovuoto.

Ancora più facile è la marmellata di cachi.

Bastano:

  • 2 kg di cachi;
  • 3 limoni;
  • 500 gr di zucchero.

Sbollentati i cachi in una pentola d’acqua bollente, puliscili e versa la polpa in una pentola insieme al limone e alla zucchero. Porta a bollore e fai cuocere per 20 minuti.

Liquori

Per gli amanti dei liquori, perché non pensare ad un limoncello o a un liquore alla liquirizia? Entrambi sono semplicissimi da preparare.

Per il limoncello servono:

  • 700 ml di acqua;
  • 500 ml di alcol 95°;
  • 500 gr (circa 6) di limone non trattato;
  • 600 gr di zucchero.

Lava i limoni e asciugali, poi sbucciali, evitando di rimuovere la parte bianca. Versa l’alcol in un contenitore ermetico insieme alle scorze di limone e lascia macerare per 3 settimane. Trascorse le 3 settimane, prepara lo sciroppo: porta l’acqua ad ebollizione e fai sciogliere lo zucchero. Dopo averlo lasciato raffreddare, uniscilo all’alcol e alle scorze di limone. Lascia il tutto in macera per altri 7 giorni. Prima di imbottigliare filtra il liquore.

Per il liquore alla liquirizia, invece, servono:

  • 750 cc di acqua;
  • 50 gr di liquirizia pura;
  • 150 gr di alcol 95°;
  • 300 gr di zucchero.

Metti sul fuoco l’acqua. Quando questa sarà calda, sciogli lo zucchero e aggiungi la liquirizia che hai precedentemente rotto in pezzettini finissimi. Quando la liquirizia sarà sciolta, abbassa la fiamma e lascia bollire per circa 15 minuti, mescolando continuamente per non far attaccare il liquido. Quando il liquido sarà raffreddato, aggiungi l’alcol. Lascia riposare il tutto per un paio d’ore e successivamente imbottiglia.

Sali aromatizzati

Se hai poco tempo e stai cercando un regalo dell’ultimo minuto la soluzione ideale, invece, è un sale aromatizzato. Ti suggerisco quello al al rosmarino.

Per prepararlo servono:

  • 500 gr di sale;
  • 5/6 rametti di rosmarino fresco.

Lava ed asciuga il rosmarino, versalo in un mixer insieme al sale e trita il composto. Ponilo su una teglia con della carta forno e inforna a 50°, lasciando asciugare il composto per 30 minuti.

Regali di natale fatti a mano e il riciclo creativo

Finita una di queste preparazioni è sicuramente il dettaglio che farà la differenza al momento di presentare il regalo. Puoi dare libero sfogo alla fantasia. Quella che ti propongo io è una delle idee più semplici, ma basta cercare in rete per trovare tanti utili spunti.

In casa avrai sicuramente barattoli di vetro avanzati da acciughe sotto sale, sughi pronti o miele. Decora i barattolini riciclati con spago, rafia o nastro colorato. Aggiungi un cartellino scritto a mano che indichi il contenuto, gli ingredienti e la data in cui lo hai prodotto. Ecco che il gioco è fatto!

Sono laureata in Lettere e in Comunicazione e Culture dei media. Il primo viaggio l’ho fatto a sei mesi e da allora ho continuato a viaggiare. Amo il viaggio perché è l’unico modo che conosco per vivere sentendomi realizzata. Cerco sempre modi per risparmiare e nuovi itinerari al di fuori dalle solite rotte turistiche. Tutto questo in compagnia di Stefano, mio compagno di viaggio e di vita.

Leggi anche...

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: