Benvenuta su Pink Mojito magazine!

Come festeggiare la festa della donna con qualcosa di diverso

donna sorridente

Gli eventi in Italia per l’8 marzo da non perdere

 

La Festa della donna, come siamo soliti chiamarla qui in Italia, si festeggia nel nostro Paese dal 1922. Negli Stati Uniti venne istituita ancora prima grazie alle donne del partito socialista, che stavano lottando per ottenere il diritto al voto.

Il 3 maggio 1908 si tenne la conferenza del partito a Chicago. Quel giorno l’oratore designato non poté presiederla e al suo posto venne nominata Corinne Brown. La conferenza si teneva ogni domenica al Garrick Theater e per l’occasione le venne dato il nome di “Women’s Day” (giorno delle donne): furono discussi lo sfruttamento delle operaie, le discriminazioni sessuali e naturalmente il diritto di voto delle donne. L’anno dopo nell’ultima domenica di febbraio venne indetta una manifestazione in favore del diritto di voto delle donne dal Partito socialista: il 23 febbraio 1909 fu celebrata la prima giornata della donna.

Giovedì 8 marzo sentiremo nell’aria il profumo della mimosa, fiore simbolo della giornata. Questo fiore venne associato alla festa dall’Unione Donne Italiane l’8 marzo 1946. Fu scelto da Teresa Noce, Rita Montagnana e Teresa Mattei perché fiorisce i primi di marzo e si trova facilmente in tutta Italia.

Tuttavia l’8 marzo non era così celebrato e fu riconosciuto come giorno dedicato alla donna grazie ai movimenti femministi degli anni Settanta: l’8 marzo 1972 si tenne in piazza Campo de’ Fiori una manifestazione di donne che chiedevano la legalizzazione dell’aborto, il diritto di decidere della propria maternità, la liberazione omosessuale e definivano il matrimonio come prostituzione legalizzata.

Come festeggiare la Festa delle Donne?

Dopo aver parlato dei piccoli eventi in Italia per festeggiare l’8 marzo, oggi ti presentiamo alcuni eventi importanti e che si tengono a livello nazionale.

  • Ingresso gratuito nei musei e luoghi della cultura statali

Il MIBACT, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ha voluto celebrare la donna offrendole l’ingresso gratuito in tutti i luoghi. Il Ministero ha creato una campagna social per promuovere l’iniziativa per la quale ha scelto le rappresentazioni femminili più significative nell’arte. Tutti gli utenti su Instagram possono condividere le loro foto a tema usando l’hashtag #8marzoalmuseo

  • H-Open Day Chiedi Conosci Cura

Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, promuove un open day in occasione dell’8 marzo coinvolgendo gli ospedali che hanno ricevuto il Bollino rosa. Di cosa si tratta? Negli ospedali aderenti potrai usufruire di servizi clinici, diagnostici e informativi gratuiti. Il 2018 è dedicato ai fibromi uterini, che attaccano circa 3 milioni di donne in Italia e rappresentano una patologia ginecologica benigna. La metà di queste donne non presenta sintomi, mentre l’altra metà deve fare i conti con dei sintomi che influiscono sulla vita di tutti i giorni. Sulla pagina web dedicata all’H-Open Day trovi tutte le informazioni, tra cui i servizi offerti, gli ospedali dove richiederli e una brochure da scaricare riguardo i fibromi uterini. L’evento è patrocinato da SIGO, Società Italiana Ginecologia e Ostetricia.

  • Gardensia

Le donne corrono un rischio 2 volte maggiore rispetto agli uomini di essere affette dalla sclerosi multipla. L’AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, scende in piazza anche oggi per raccogliere fondi per la lotta contro questa malattia. Sostienila anche tu decidendo di acquistare una gardenia e un’ortensia che simboleggiano il doppio impegno di AISM a favore delle donne. Se non hai il pollice verde, puoi decidere di fare ugualmente una donazione attraverso un sms o una telefonata. Puoi donare anche tramite web. Sulla pagina dedicata a Gardensia trovi tutte le informazioni necessarie.

  • #NONSIBARATTA

Dal 5 all’11 marzo torna per il secondo anno la campagna di sensibilizzazione in favore dei diritti delle donne dal titolo #nonsibaratta. Per combattere l’atteggiamento sessista che ancora oggi è presente in ambito lavorativo puoi denunciarlo condividendo una tua foto con una patata in mano e un bigliettino sopra con scritto #nonsibaratta. Se sei una food blogger puoi partecipare con una ricetta a base di patata, come ha fatto la nostra Sissi con la sua ricetta di patate alla curcuma con porro. Per conoscere meglio il progetto e sapere come partecipare, trovi tutte le informazioni sul sito del duo artistico Parallel Lines.

  • Bra&Beach Fitting Day

La Rich, rete d’impresa che unisce negozi specializzati in intimo e costumi da bagno, propone per la Festa delle Donne il primo Bra&Beach Fitting Day. Di cosa si tratta? Una giornata dedicata a capire come funzionano e a cosa servono reggiseni e costumi da bagno, scoprendo le tecniche di vestibilità grazie alle Personal bra ladies. Oltre 50 negozi in tutta Italia che aderiscono all’iniziativa. Alle 14:00 sulla pagina Facebook Personal bra ladies ci sarà in diretta Sara Padovano, psicoterapeuta e sessuologa, che affronterà la percezione di sé e l’autostima attraverso l’intimo da indossare.

Non compro giornali femminili, però ne ho creato uno. Ho 33 anni, ho un compagno da 8 e convivo da 7. Vorrei un mondo in cui le donne siano più consapevoli delle loro potenzialità. Sono laureata in Economia del turismo e ho iniziato a gestire blog dal 2010. Per saperne di più su di me clicca le icone e il link qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: