Benvenuta su Pink Mojito magazine!

6 cocktail estivi da preparare a casa

Cocktail Estivi Da Preparare

Cocktail estivi facili per la tua festa

 

Se anche per te estate significa serate da passare con gli amici, magari sorseggiando un ottimo cocktail, non dovrai perderti questo articolo.

È arrivata l’ora di iniziare a pensare di organizzare le tue feste in compagnia dei tuoi amici o delle tue amiche sul terrazzo o in giardino. Per questo ho pensato di consigliarti 6 cocktail estivi alcolici facili, che si possono preparare tranquillamente a casa e perfetti per rinfrescarti dalla calura estiva.

Quando l’estate incalza e il caldo si fa sentire, non c’è niente di meglio al mondo che avere in mano un bicchiere con dentro tanto ghiaccio. Sorseggiando il tuo cocktail estivo e chiacchierando con i tuoi amici il tempo passerà più in fretta e il tuo cocktail scenderà giù che è una bellezza.

Parliamo di…

Ecco i 6 cocktail estivi facili da preparare a casa che rallegreranno le tue serate.

Come si prepara il mojito

Il Mojito è il cocktail perfetto per dissetarsi dopo il mare o per concludere una cena tra mille chiacchiere… ed è anche il drink da cui prende il nome il nostro magazine!

Si dice che questo famoso cocktail sia stata inventato dal pirata inglese Sir Francis Drake (El Draque) nel XVI secolo.

Se così fosse, la sua bontà spiegherebbe il tanto successo in tutti questi anni.

Ingredienti:

  • 4 cl. di Rum bianco cubano;
  • 3 cl. di succo di lime;
  • 7 foglie di menta fresca;
  • 2 cucchiai di zucchero di canna;
  • Ghiaccio;
  • Soda.

Metti in un tumbler alto due cucchiaini di zucchero di canna e il succo di mezzo lime. Mescola, aggiungi la menta, schiacciala delicatamente con un pestello, aggiungi il ghiaccio, il rum e completa con una spruzzata di soda.
Guarnisci il cocktail con un rametto di menta e una fetta di lime.

Come si prepara lo spritz

Il più famoso aperitivo italiano, nato in Triveneto e ormai famoso in tutto il mondo.

Pare che le origini di questo cocktail siano da rintracciare nelle usanze dei soldati austroungarici, i quali, per diminuire il grado alcolico dei vini veneti, li allungavano con seltz o acqua frizzante.

Il cocktail vero e proprio, invece, pare sia nato intorno agli anni Venti quando si pensò di unire a quest’usanza anche l’Aperol.

Lo Spritz è un ottimo aperitivo dissetante, ideale soprattutto nelle sere d’estate.

Ingredienti:

  • 6 cl. di vino bianco;
  • 3 cl. di bitter;
  • Spruzzatina di acqua gassata;
  • Fetta d’arancia.

Metti del ghiaccio in un tumbler o in un calice, versa il vino, aggiungi l’Aperol e colma con acqua gassata.
Decora con una fetta d’arancia.

Ricetta del Lynchburg lemonade

Fresco e dissetante il Lynchburg Lemonade è un long drink perfetto per un dopo cena estivo.

Le origini del cocktail sono parecchio controverse. Si dice che Tony Mason, proprietario di un locale in Alabama, lo abbia creato nel 1980 e che un rivenditore della Jack Daniel’s ne copiò la ricetta e la inserì in una campagna pubblicitaria nazionale. Il Tribunale ha dato ragione al signor Mason, ma a costui non spetterebbe nessun risarcimento in denaro.

Ingredienti:

  • 6 cl. di Jack Daniel’s;
  • 4 cl. di succo di limone;
  • 2,25 cl. di sciroppo di zucchero;
  • 7,5 cl. di Lemon.

Miscela gli ingredienti esclusa la Lemonsoda e versali in un bicchiere colmo di ghiaccio.

Completa con la Lemonsoda e guarnisci con uno spicchio di lime.

Gin lemon e Gin tonic

Il classico e semplice Gin Lemon o Gin Tonic è davvero il cocktail rinfrescante per eccellenza. Ottimo per concludere una giornata al mare o per terminare una cena in compagnia.

Ingredienti:

  • 6 cl. di Gin;
  • 8 cl. di limonata/Lemonsoda o acqua tonica;
  • Ghiaccio;
  • Fetta di limone.

Riempi un tumbler con ghiaccio, versa il Gin e la Lemonsoda o l’acqua tonica e rimescola.

Decora con una fetta di limone.

Ricetta Pina colada

La Piña Colada è il cocktail estivo per eccellenza ed è perfetto da sorseggiare dopo un’intera giornata sotto il sole.

L’origine di questa bevanda è ancora avvolta nell’incertezza. Alcune testimonianze raccontano di “bevande a base di ananas e rum”, senza crema di cocco, già a partire dai primi dell”800.

Esistono racconti e leggende, però, legati ai pirati, come quella di Roberto Cofresì, che sembra fornisse la sua ciurma di questa antica bevanda.

Quel che è certo è che nell”800 la Piña Colada circolava già in Europa grazie ai viaggiatori che ne descrissero la preparazione di ritorno dai loro viaggi.

Ingredienti:

  • 3 cl. di Rum bianco;
  • 9 cl. di succo di ananas;
  • 3 cl. di latte di cocco;
  • 1 fetta d’ananas;
  • ghiaccio tritato;
  • 1,5 cl. di lime appena spremuto;
  • 1 spicchio di ananas per  guarnire.

Versa il Rum, il succo d’ananas, il latte di cocco, 1 fetta d’ananas, il lime e il ghiaccio tritato in un frullatore. Azionalo per 15-20 secondi, finché il cocktail non risulta spumoso, ma non un vero e proprio frozen.

Versa in un calice grande e guarnisci con una fetta di ananas.

Come si prepara un Margarita

Il Margarita è un cocktail storico, portabandiera dei colori messicani e assolutamente adatto per una sera d’estate.

Ingredienti:

  • 3,5 cl. di tequila;
  • 2 cl. di triple sec;
  • 1,5 cl. di succo fresco di lime o limone.

Metti per 2 minuti del ghiaccio in una coppa per raffreddarla. Toglilo e bagna leggermente metà bordo del bicchiere con una fetta di lime. Immergi il bordo della coppetta nel sale e girala velocemente. Scuoti per togliere il sale in eccesso.

A parte spremi un lime o un limone e filtrane il succo. Mettilo insieme alla tequila, al triple sec e a del ghiaccio in uno shaker e scuoti per 12 secondi. Versa il drink, filtrandolo, nella coppa orlata di sale.

 

Mi raccomando, bevi responsabilmente e non metterti mai alla guida dopo aver consumato il tuo cocktail.

Sono laureata in Lettere e in Comunicazione e Culture dei media. Il primo viaggio l’ho fatto a sei mesi e da allora ho continuato a viaggiare. Amo il viaggio perché è l’unico modo che conosco per vivere sentendomi realizzata. Cerco sempre modi per risparmiare e nuovi itinerari al di fuori dalle solite rotte turistiche. Tutto questo in compagnia di Stefano, mio compagno di viaggio e di vita.

Leggi anche...

3 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: